RASSEGNA STAMPA

Cosa dicono di noi e del problema della plastica nel mondo

MOSTRA FOTOGRAFICA SU CUI RIFLETTERE

MOSTRA FOTOGRAFICA SU CUI RIFLETTERE

MOSTRA FOTOGRAFICA SU CUI RIFLETTERE Il quotidiano on-line del Bangladesh DACCA HERALD pubblica nell’edizione del 23 luglio alcune foto tratte da una mostra fotografica, tenuta presso una struttura ONU, che racconta gli effetti e le conseguenze devastanti...

CATANIA 2030: AMBIENTE E AMBIENTI

CATANIA 2030: AMBIENTE E AMBIENTI

CATANIA 2030: AMBIENTE E AMBIENTI
La dura frenata impartita dalla pandemia sta invitando oggi molte più persone a riconsiderare coscientemente il rapporto tra uomo e stile di consumi e questa
“coscienza aumentata” è una grande opportunità per dare prospettiva ad un modello economico che punti all’innovazione, a partire da quella tecnologica, con
politiche adeguate di supporto alla ripresa del Paese, indirizzando i piani di investimento verso modelli di produzione e di consumo basati su
approvvigionamento ed utilizzo sostenibile delle risorse e degli scarti, verso un nuovo modo di guardare all’energia sostenibile lungo la strada della
decarbonizzazione e della circolarità, senza mai trascurare gli impatti sul sociale.
https://drive.google.com/file/d/1xH3MnypA3jXCb3emZB5i8nLsDJmrblRc/view?usp=sharing
https://drive.google.com/file/d/1sG8pcKYU-7Iv6GKMpO_sv3tpRCeooOQR/view?usp=sharing

BATTERI MANGIA PLASTICA

BATTERI MANGIA PLASTICA

BATTERI MANGIA PLASTICA
ci sono novità sul riciclo della plastica
Un batterio che «mangia» una delle plastiche più difficili da smaltire, il poliuretano: ecco la scoperta del team di ricercatori europei che potrebbe dare uno sprint importante nel gestire nel modo migliore i rifiuti di plastica, «mangiati» e degradati dai batteri in modo tale da renderti riutilizzabili anziché semplicemente lasciati a inquinare (o recuperati tramite processi chimici).

RETI FANTASMA E GUARDIA COSTIERA

RETI FANTASMA E GUARDIA COSTIERA

RETI FANTASMA E GUARDIA COSTIERA
Bel servizio sulla Guardia Costiera Italiana impegnata nel recupero delle reti fantasma.
Appare chiaro quanto il recupero, qualora effettuato da dilettanti, possa essere intrinsecamente pericoloso e possa inoltre causare ulteriori danni all’ambiente marino. per cui
PFW, il Rotary International di concerto con la GC Italiana stanno organizzando una rete di segnalazione avvistamenti internazionale che potrà facilitare le operazioni di recupero.
#PlasticFreeWaters #Rotary

CANADA: RISOLVIAMO IL PROBLEMA DEI RIFIUTI DI PLASTICA SENZA DIVIETI

CANADA: RISOLVIAMO IL PROBLEMA DEI RIFIUTI DI PLASTICA SENZA DIVIETI

CANADA: RISOLVIAMO IL PROBLEMA DEI RIFIUTI DI PLASTICA SENZA DIVIETI
Il problema non si risolve con la bacchetta magica o con i proclami, occorre che ognuno faccia la sua parte ed anche l’industria si muova nella direzione di usare meno imballi, riciclarli in grande parte e non solo in minime percentuali, sviluppare plastiche biodegradabili.

PLASTICA “BIODEGRADABILE” VIETATA IN AUSTRALIA.

PLASTICA “BIODEGRADABILE” VIETATA IN AUSTRALIA.

PLASTICA “BIODEGRADABILE” VIETATA IN AUSTRALIA.
Questa è una grande vittoria per l’ambiente!
Sembra un paradosso ma è così. Ma come: stiamo invocando un cambio di strategia per avere meno plastica e, comunque, biodegradabile e l’Australia la vieta? Leggiamo il perché.
#PlasticFreeWaters #Rotary #Recycle
www.Rotary-iyfr-plastifreewaters.org

Lascia i tuoi dati se vuoi restare in contatto con noi

Pin It on Pinterest

Share This